Contributi a FONDO PERDUTO – Automezzi e E-commerce

Contributi a FONDO PERDUTO  alle aziende agricole

La Regione Marche sostiene le imprese agricole danneggiate dall’emergenza Covid-19 attraverso la concessione di contributi a fondo perduto per promuovere la vendita a domicilio (saranno finanziati furgoni per il trasporto e la vendita, siti internet ed e-commerce).

La dotazione finanziaria è di 1,9 milioni di euro destinati a favorire investimenti produttivi, interventi di gestione, informazione e promozione.

Il fondo perduto varia dal 60 all’80 per cento dell’investimento ammissibile.

La vendita a domicilio riguarderà i settori produttivi più sensibili ai problemi di deperibilità; tra questi il settore ortofrutta, carni, florovivaistico, lattiero-caseario, vitivinicolo. Ammessi anche i settori olio, cerealicolo e miele.

Le domande vanno presentate a partire da lunedì 4 maggio e fino alle ore 13.00 di martedì 30 giugno 2020.

Per scaricare il Bando clicca qui …

DDS_SPA_2020_0227_A

DECRETO REGIONE MARCHE n. 126 del 26 Aprile 2020

Consentita la VENDITA DI CIBO DA ASPORTO da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e da parte delle attività anche artigianali quali, a titolo esemplificativo, rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio.

Allo stesso modo è consentito l’asporto in quegli esercizi di ristorazione per i quali sia prevista l’ordinazione e la consegna al cliente direttamente dal veicolo.

Resta sospesa ogni forma di CONSUMO SUL POSTO.

Scarica il decreto …

Decreto Presidente Giunta regionale – Soggetto attuatore.docx (2).pdf

ADEGUAMENTO PROCEDURE AZIENDALI

INFORMATIVA IMPORTANTE

Con l’avvio della “FASE 2” prevista per il mese di Maggio, si renderanno indispensabili la REVISIONE ed il CONTROLLO delle procedure già presenti in azienda, per la prevenzione del SARS-COVID-2 (più comunemente detto Coronavirus).

La “SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO” (Dgls 81) e “SICUREZZA ALIMENTARE HACCP” devono essere IMMEDIATAMENTE adeguati, non soltanto per il rispetto della nuova normativa vigente, ma anche e soprattutto per la tutela dei lavoratori, dei clienti e di quanti, a qualsiasi titolo, potrebbero entrare in Azienda/Ufficio.

Ad oggi gli Enti preposti stanno, in maniera opportuna e collaborativa, contattando telefonicamente le attività agricole/commerciali/professionali per supportarle e consigliarle.

Con l’inizio della FASE 2, però, inizieranno i veri e propri controlli presso le sedi aziendali.

Bando GAL Sibilla – Misura 19.2.4.1 – Investimenti materiali e immateriali nelle AZIENDE AGRICOLE.

Destinatari del bando sono imprenditori agricoli singoli o associati, siano essi persone fisiche o giuridiche per una dotazione finanziaria di 720.000,00 euro.
Scadenza: 29 maggio 2020.

19.2.4.1 Bando 2 imprese agricole pubblicato

Comuni aderenti al GAL Sibilla:
Appignano, Belforte del Chienti, Bolognola, Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Colmurano,  Corridonia, Esanatoglia, Fiastra, Fiuminata, Gagliole, Gualdo,  Loro Piceno, Mogliano, Monte Cavallo, Montecassiano, Montefano, Monte San Martino, Muccia, Penna San Giovanni, Petriolo, Pieve Torina, Pioraco, Pollenza, Ripe San Ginesio, San Ginesio, San Severino Marche, Sant’Angelo in Pontano, Sarnano, Sefro, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Tolentino, Treia, Urbisaglia, Ussita, Valfornace,Visso.

14.2 milioni per le P.I. delle MARCHE

14,2 milioni a sostegno della liquidità delle imprese e dei lavoratori autonomi delle MARCHE.
La legge prevede un allargamento del credito: da 25 mila a 40 mila euro senza vincolo percentuale di fatturato per le imprese, estensibile a 50 mila euro per le imprese che realizzano nuovi acquisti materiali e immateriali per il rilancio e la diversificazione delle attività, e fino a 5 mila euro per i lavoratori autonomi. La durata prevista del prestito è di 72 mesi, con 24 mesi di preammortamento.

La “FASE 2” sta partendo …

Con la speranza di lasciarci alle spalle il momento più acuto dell’emergenza sanitaria, sta partendo la c.d. “FASE 2”, quella che dovrà ridare slancio all’economia attraverso una serie di strumenti economico-finanziari che diano ossigeno alle PMI.
La manovra da poco varata dal Governo è la più grande manovra italiana dal dopoguerra ad oggi.

Il Governo ha approvato, infatti, il più importante sostegno alle imprese e ai professionisti mai realizzato in Italia: una misura che vale 400 miliardi di euro.

Ecco le principali misure previste dal decreto.

>>> Garanzia pubblica per assicurare liquidità
Garanzia pubblica al 100% per la parte più debole del sistema produttivo (Partite IVA, liberi professionisti, commercianti, artigiani, imprese agricole e individuali).
Il prestito viene messo a disposizione dalla banca:
– con BUROCRAZIA AZZERATA per prestiti fino a 25.000 euro;
– con burocrazia ridotta al minimo per prestiti fino a 800 milioni di euro (cioè con la sola presentazione degli ultimi 2 bilanci senza l’analisi della storia creditizia).

Per le imprese più grandi le garanzie pubbliche sono del 90% per fatturati fino a 1,5 miliardi di euro e dell’80% per fatturati fino a 5 miliardi con più di 5.000 dipendenti.

N.B. Il prestito garantito può arrivare fino al 25% del fatturato dello scorso anno e la garanzia è concessa a titolo gratuito.

>>> Rinvio delle scadenze fiscali di aprile e maggio
Rinviate le scadenze fiscali (ritenute, contributi previdenziali, IVA) di aprile e maggio al 30 giugno.

>>> Rinvio di un anno dell’entrata in vigore del nuovo Codice delle Crisi di Impresa
Rinviata al 1° settembre 2021 l’entrata in vigore del nuovo Codice della crisi di impresa.

Saranno molte le novità nelle prossime settimane e sarà nostra premura tenervi sempre aggiornati.

https://www.facebook.com/eurotimemarche/

Grande successo di partecipazione al Corso PRIVACY

Grande successo di pubblico per il Corso sulla Privacy

NUOVO Bando PSR – 17.500.000 di euro a FONDO PERDUTO

E’ stato attivato il Bando regionale PSR dedicato ESCLUSIVAMENTE ai Comuni del cratere.

Importanti risorse – oltre 17.000.000 di euro – sono state destinate all’insediamento di GIOVANI AGRICOLTORI (41 anni non compiuti).

La misura si pone l’obiettivo di favorire l’insediamento di giovani agricoltori nel settore agricolo marchigiano al fine di migliorare la competitività delle imprese, grazie alla maggiore dinamicità e propensione agli investimenti dei giovani imprenditori.
L’insediamento viene sostenuto mediante un aiuto all’avviamento (sottomisura 6.1) e con l’opportunità di accedere contestualmente a misure che supportano l’acquisizione delle necessarie competenze tecniche e la realizzazione degli investimenti strutturali in azienda.
Elemento fondamentale dell’insediamento è la realizzazione di un piano di sviluppo che garantisca una innovazione aziendale, sia essa tecnologica o no, ovvero orientata alla competitività o alla tutela dell’ambiente o alla prevenzione o mitigazione dei cambiamenti climatici.
Ai beneficiari in posizione utile in graduatoria sarà garantita la concessione di tutti gli aiuti relativi alle sottomisure indicate nella domanda di sostegno tra quelle previste nel “pacchetto giovani” del presente bando, fatte salve le condizioni di accesso previste dai relativi bandi regionali.

Le disponibilità finanziarie sono:

Sottomisura 6.1 (Insediamento giovani): 6.000.000 euro

Sottomisura 4.1 (Investimenti): 7.500.000 euro

Sottomisura 6.4 (Agriturismi): 4.000.000 euro

 

La Sottomisura si applica esclusivamente nei Comuni della Regione Marche che rientrano nel “cratere del sisma” (cfr. Definizioni) che comprende tutti quei comuni della Regione Marche danneggiati dal terremoto in Centro Italia, a seguito degli eventi del 24 agosto, 26 ottobre e 30 ottobre 2016 indicati negli Allegati 1 e 2 DECRETO-LEGGE 17 ottobre 2016, n. 189 convertito in legge con LEGGE 15 dicembre 2016, n. 229- Tali comuni sono riportati nell’allegato 10 al presente bando

Corso PATENTINO FITOSANITARIO

Attivato il Corso per il Patentino Fitosanitario Il corso avrà inizio il 12 Aprile 2018 presso la nostra sede in C.da Le Grazie 44 a Tolentino La normativa in vigore per il rilascio del certificato di abilitazione alla vendita e all’acquisto e all’uso dei prodotti fitosanitari e loro coadiuvanti “molto tossici”, “tossici” e “nocivi” è il D.P.R. […]